Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2010

Il carnevale si avvicina e il difensore dell’Inter, Marco Materazzi, ha pensato di anticiparne i festeggiamenti indossando, al termine del derby contro il Milan, la maschera del presidente della squadra avversaria. E’ probaile che il gesto gli  costerà una sanzione.

E’ lo stesso giocatore nerazzurro a minimizzare la vicenda, definendola una goliardata priva di intento polemico, di volontà di offendere o di una qualsiasi implicazione politica.

Mi sembra eccessivo che, anche in casi come questi, sia comunque necessaria una precisazione. Un giocatore prende in giro il presidente della squadra che ha appena battuto sul campo. Se non si può fare il più semplice degli sfottò da oratorio, che ne sarà del dissenso, delle critiche dell’opposizione e di tutto quello che in un paese democratico accade normalmente? Trovo che la colpa di Materazzi sia forse un’altra, quella di aver riportato Berlusconi sul piano della realtà: sei il presidente del Milan, ti ho appena sconfitto in una partita molto sentita e ti prendo in giro. Semplice e lineare.

Questa vicenda spiega bene lo stato di paranoia a cui si è giunti. Adesso aspettiamo  la grazia del sommo, per una volta che lo si vedeva con il pugno alzato e abbracciato a un nero.

Annunci

Read Full Post »

Essere prevenuti è credere che Justin Timberlake non sia in grado di reinterpretare Hallelujah di Leonard Cohen (perchè dopo di lui solo Jeff Buckley e Rufus Wainwright, per dire) ed essere puntualmente smentita.

Read Full Post »

Non ho mai capito perchè ogni anno ci sia un concorrente di un qualsiasi reality show che puntualmente viene eliminato da una trasmissione televisiva per aver bestemmiato. Se un individuo nella sua vita di tutti i giorni è solito bestemmiare, è normale (per lui) farlo anche dentro la casa del Grande Fratello, si tratta pur sempre di persone riprese 24 ore su 24.

Perchè Codacons, Moige, o l’associazione telespettatori cattolici non intervengono per altri episodi molto più offensivi della pubblica blasfemia?
Ecco, questa si chiama ipocrisia: ci si dovrebbe indignare ogni volta che  viene trasmesso qualcosa di volgare in televisione, non solo quando la vostra sensibilità (di genitori-di cattolici-di vattelapesca) viene urtata. Alla  mia sensibilità chi ci pensa?

Read Full Post »

Ho avuto la fortuna di assistere al Ciuriciuri Jazz, un bellissimo spettacolo, in cui musicisti di altissimo livello reinterpretano in chiave jazz le canzoni della tradizione siciliana. Se un giorno dovesse capitare nella vostra città, ve lo consiglio.

Read Full Post »

Se non chiudono prima la trasmissione “Il più grande” per mancanza di ascolti e anche di -inserire parola a caso tra divertimento, senso, utilità- azzardo la previsione che a vincere il titolo di “più grande italiano di tutti i tempi” sarà Leonardo DaVinci. La previsione è un po’ scontata, lo so. Ma se a classificarsi prima fosse invece la coppia Falcone-Borsellino, pagherei con gioia il canone Rai. I giudici antimafia primi in una trasmissione Rai, presentata da Facchinetti e Martina Stella?

Sono troppo ottimista. E generosa.

Infatti a breve aprirò anche un fondo per iscrivere l’attrice toscana (ho scritto attrice?) a un serio corso di dizione.

Read Full Post »

Se si ha un piccolo reddito, non  si ha diritto a un reddito maggiore. Se si ha un posto di lavoro insicuro, non si ha diritto a un lavoro migliore. O peggio, se non si ha del tutto un lavoro, non si ha diritto ad un’occupazione. E no: si ha diritto al buono vacanza! Così almeno per una settimana ti puoi dimenticare che fai una vita di merda per le altre 51 settimane dell’anno.

Read Full Post »

Più che un’offesa alla cultura aborigena, la scelta di indossare, ai campionati europeo di pattinaggio, non tanto dei costumi aborigeni, ma questi costumi aborigeni, sembra solo una questione di pessimo gusto. (tipo le Crocs con il pelo).

Read Full Post »

Older Posts »