Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘raidue’

Se non chiudono prima la trasmissione “Il più grande” per mancanza di ascolti e anche di -inserire parola a caso tra divertimento, senso, utilità- azzardo la previsione che a vincere il titolo di “più grande italiano di tutti i tempi” sarà Leonardo DaVinci. La previsione è un po’ scontata, lo so. Ma se a classificarsi prima fosse invece la coppia Falcone-Borsellino, pagherei con gioia il canone Rai. I giudici antimafia primi in una trasmissione Rai, presentata da Facchinetti e Martina Stella?

Sono troppo ottimista. E generosa.

Infatti a breve aprirò anche un fondo per iscrivere l’attrice toscana (ho scritto attrice?) a un serio corso di dizione.

Read Full Post »

Il direttore e il codirettore di Libero avranno un loro programma di approfondimento su RaiDue, il titolo della trasmissione di Paragone, che in passato è stato anche il direttore de Le Padania, sarà “L’ultima parola”, il nome scelto è probabilmente indice dello stile che ne seguirà. I due giornalisti sono palesemente ed esageratamente schierati. Sarà davvero una strana sensazione vederli sulla tv pubblica che, da attuale contratto di servizio con lo Stato, deve garantire una programmazione “improntata ad un rigoroso rispetto dei doveri di imparzialità ed equilibrio”.

Non oso immaginare se Concita DeGregorio avesse avuto un suo programma in tv.

Read Full Post »

D’Addario sì, D’Addario no? La Lewinsky non aveva tutto questo stile. Molto meno volgare lei, prostituta di professione, che tante altre che poi fanno un altro mestiere. Mi preoccupo come donna, soprattutto per gli uomini che ci circondano.
E siccome tra poco la Rai lo toglierà da Youtube, lo segnalo qui e tagliamo la testa al toro.

Read Full Post »

Lei si è dimostrata la solita cretina e infatti intervista il batterista, credendolo il cantante. Mi ricordo una scena simile, stessa trasmissione, ma protagonisti i Blur che cantavano svogliati e Fabio Fazio che si scusava con il pubblico per il playback e per la pessima interpretazione. Sicuramente la pronta reazione di Fazio apparteneva ad un altro registro rispetto a quello di Simona Ventura, che non ha nemmeno capito che la stavano prendendo per i fondelli. Ma la storica affermazione per cui un musicista possa essere “costretto al playback” io non l’ho mai accettata.

Ci sono altre opzioni alternative: non ti presentare sul palco, non andare alla trasmissione, oppure vai in scena imbavagliato stile Marco Pannella. A Top of the Pops o a Mtv non si sarebbero permessi .

Read Full Post »